MILANO – La settimana della moda è l’occasione per Fratelli Rossetti di raccontare, attraverso la propria collezione, quelli che sono gli obiettivi per il futuro più prossimo. Nel 2023 si celebrano infatti i 70 anni del brand milanese Fratelli Rossetti: un anniversario importante in cui ribadire quella che è l’identità del marchio.

Il racconto della nuova collezione parte dalla ricerca stilistica, sempre capace di trascendere le mode nel suo essere fortemente contemporanea, per poi soffermarsi su altri valori rappresentativi dell’azienda: l’eccellenza dei prodotti, la ricerca di materie di prima qualità, una produzione locale e artigianale.

Temi di grande attualità che fanno parte del DNA di Fratelli Rossetti e che si ritrovano nella location scelta per l’evento: Horto, un locus amoenus nel cuore pulsante di Milano che fonda la propria filosofia sulla
qualità e sulla filiera corta.

“Stiamo vivendo un delicato momento storico, in cui tutti noi siamo chiamati a dare un contributo. In vista di un compleanno importante -l’anno prossimo festeggeremo 70 anni- vogliamo ribadire il nostro impegno sulla strada della sostenibilità, anche se il percorso è ancora lungo e tortuoso. Il goal è di continuare a realizzare prodotti di eccellenza, destinati a durare nel tempo, capaci, grazie all’attenzione al design, di andare oltre i trend stagionali, fatti a mano e fatti a Milano.” Cosi Luca Rossetti spiega la sua visione dell’azienda nel prossimo futuro.

In questo contesto la parte da protagonista la fa il progetto GreenSide che per la prima volta valica i confini del mondo sportivo per conquistare la linea più formale ed uno dei modelli più rappresentativi: l’iconico mocassino Brera che, nella sua versione più green, si distingue per la mascherina lavorata a mano con l’uncinetto, mentre la tomaia è realizzata con un pellame scamosciato proveniente da materiali di riciclo. In linea con il tema della trasversalità dei guardaroba, il modello è disponibile sia da uomo che da donna.

Interessante novità della prossima stagione è la nuova lavorazione capace di combinare due delle principali tecniche di Fratelli Rossetti: l’intreccio e i nodini con effetto borchia, entrambe realizzate a mano dai maestri artigiani. I piccoli nodi sono infilati ad uno ad uno sull’intreccio a reticolo che compone la tomaia. Il risultato è un pezzo unico di alta manifattura, dallo stile originale e deciso.

Fratelli Rossetti nei suoi 70 anni di storia ha promosso piccole e grandi rivoluzioni nel mondo della moda. Oggi continua la sua missione, coniugando la lunga tradizione artigianale a una intensa ricerca di innovazione, nel rispetto dell’eleganza che contraddistingue il brand. Forte della capacità di combinare design contemporaneo e tecniche manuali, Fratelli Rossetti si pone portavoce del made in Italy e dello stile italiano a livello internazionale.

Horto, in ogni sua componente, dalla cucina, agli interni, al paesaggio e alla scelta dei suoi partner, segue la filosofia dell’ora etica, un nuovo concetto che valorizza il contesto locale con una filiera corta e presenta un modello innovativo di sinergia tra cucina e territorio, in un reciproco rapporto di conoscenza e rispetto, nella convinzione che “vicino c’è tutto”.

A capo della direzione strategica e organizzativa della cucina è lo chef tre Stelle Michelin e Stella Verde per la Sostenibilità Norbert Niederkoflercon mentre a capo della gestione quotidiana del ristorante è l’Executive Chef e Responsabile Sviluppo Menù Alberto Toè.

About Author

Francesco Russo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.