MILANO – Una sfilata urbana, nel cuore di Milano, e una performance di video mapping sui palazzi del centro storico in occasione della prossima Milano Fashion Week (22-28 Febbraio 2022) e della 99ma edizione del salone espositivo internazionale Lineapelle (22-24 Febbraio 2022).

Creatività, moda e sostenibilità si fondono per offrire al pubblico una visione completa di un settore, quello conciario, che nel corso degli anni, in modo esemplare e pioneristico, ha saputo fra i primi mettere in atto il principio di simbiosi e di ecosistema industriale necessario per l’attuazione di un nuovo modello produttivo, basato sul concetto di economia circolare, ora alla base delle strategie europee e globali di sviluppo sostenibile.

La manifestazione “Questione di Pelle” è stata organizzata da UNIC – Concerie Italiane in collaborazione con Lineapelle e gli stilisti Mario Dice e Cristiano Burani e ha ottenuto il Patrocinio del Comune di Milano.

Gli eventi avranno luogo a Palazzo Gorani, antistante Via Brisa, fuori e dentro lo Spazio Lineapelle.

Ecco il calendario:

“QUESTIONE DI PELLE”: La moda scende in strada
MARIO DICE – 23 FEBBRAIO 2022 ore 10.00

La moda esce dall’atelier e dalle passerelle per arrivare in strada, mescolarsi tra i passanti, nel mondo reale. Con questo cambio di prospettiva le modelle di Mario Dice sfileranno all’interno di un labirinto di siepi, parte del suggestivo arredo urbano di Piazza Gorani. Anche il backstage sarà visibile completamente dal pubblico, a significare la voglia di presentare una collezione reale, accessibile. Tanti i capi in pelle, per la prima volta nella collezione dello stilista, con una visione seducente e morbida, propria del suo stile.

“QUESTIONE DI PELLE”: Installazioni e fashion movie video wall
CRISTIANO BURANI – 26 FEBBRAIO 2022 dalle ore 19.00 alle 21.00

La pelle è uno degli elementi saldi nella visione stilistica di Cristiano Burani, da sempre presente nelle sue collezioni e ancora una volta protagonista per la FW23 che verrà presentata all’interno dello Spazio Lineapelle con un’installazione interna e la proiezione di un video sui palazzi di Piazza Gorani, ri-editing celebrativo dello straordinario archivio di capi in pelle della griffe, il tutto con l’obiettivo finale di rendere pubblico e fruibile l’enorme valore di ricerca e sperimentazione che caratterizza ciascun capo di alta artigianalità Made in Italy.

“Questioni di Pelle celebra la pelle. Racconta la sua bellezza e la sua versatilità. Dimostra la sua capacità di suscitare emozioni, di essere trasgressiva e di porsi, da sempre, come un materiale fondamentale per il mondo della moda, del lusso e del design. Ecco perché vogliamo supportare la creatività di coloro che utilizzano la pelle nelle loro collezioni in maniera esemplare. Mario Dice e Cristiano Burani sono un perfetto esempio di come la pelle può essere femminile, seducente, elegante, duttile. Gli eventi di Dice e di Burani saranno due manifestazioni particolari, da non perdere, grazie anche al Patrocinio del Comune di Milano che ci ha premesso di presentare nella bellissima Piazza di Torre Gorani, dove è presente il nostro Spazio Lineapelle. Ci auguriamo che queste espressioni rappresentino uno stimolo per tutti i creativi.” – dichiara Fulvia Bacchi, Amministratore Delegato Lineapelle e Direttore Generale UNIC.

“L’ispirazione di questa collezione FW23 è iniziata con un processo di prêt-à-porter figlio del lockdown e si è arricchita con l’introduzione di capi in pelle grazie alla partnership con UNIC e Lineapelle, che hanno voluto sposare come me questo nuovo modo di interpretarla come un vero e proprio tessuto, senza restrizioni di sorta, utilizzandola come fosse chiffon o lana, stampandola e ricamandola come fosse seta. La voglia di aria, di spazi aperti, di una nuova concretezza mi ha portato a decidere di uscire dalla passerella e scendere per strada. Non vuol dire street style, ma sporcare di vita “Mario Dice”.“ ha commentato Mario Dice.

“Per la prossima stagione FW23 abbiamo deciso di parlare della nostra estetica e di pelle in un linguaggio innovativo che possa raggiungere il maggior numero di persone possibili nello stesso tempo, lontane anche a causa della situazione pandemica attuale, dando vita a un fashion movie che parla di italianità, colore, ricerca, buon gusto, sperimentazione e fruibilità. Credo che non esista un altro materiale così duttile, sostenibile ed ever green come la vera pelle, in cui anche gli scarti di lavorazione possono diventare elementi decorativi. Sono onorato e grato a UNIC, nella persona di Fulvia Bacchi, che mi ha permesso di mostrare 10 anni di passione e ricerca in un contesto così prestigioso ma aperto a tutti, nel cuore di Milano, durante la settimana della moda di febbraio.” – ha commentato Cristiano Burani.

About Author

Francesco Russo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.