MILANO – In occasione del settantesimo anniversario del suo leggendario orologio, Breitling svela una collezione totalmente rivisitata nei suoi colori più audaci, nel suo design maggiormente valorizzato e con un forte richiamo al desiderio di viaggiare.
Per 70 anni, l’originario orologio da pilota Breitling è stato amato in egual misura da aviatori e trendsetter; indossato da un astronauta nello spazio e dalle più celebri Star della Terra, è il modello più iconico del brand. Oggi, Breitling rende omaggio alla leggenda presentando un nuovo Navitimer che preser va le sue carat teristiche più classiche, al contempo valorizzandole con un tocco moderno e raf finato.
«Non prendiamo alla leggera il termine icona», spiega Georges Kern, CEO di Breitling. «Il Navitimer è uno degli orologi più riconoscibili mai realizzati. È sulla lista dei collezionisti come uno degli orologi più famosi al mondo. Nato come uno strumento per piloti, questo segnatempo assume ora un significato più profondo per chiunque ne abbia posseduto uno nel corso della propria vita.»

Breitling’s new Navitimer B01 Chronograph 43_References AB0138241C1P1 (ice-blue), AB0138241L1P1 (mint-green), AB0138241K1P1 (copper-colored), AB0138211B1P1 (black) and AB0138241G1P1(silver-colored)_RGB

L’OROLOGIO DA PILOTA PER ECCELLENZA
Nemmeno il suo inventore avrebbe potuto prevedere il fenomeno che il Navitimer sarebbe diventato. Nel 1952, Willy Breitling sviluppò un cronografo da polso dotato di regolo calcolatore circolare che avrebbe consentito ai piloti di eseguire tutti i calcoli di volo necessari. Due anni più tardi, l’Aircraft Owners and Pilots Association (AOPA), il club per aviatori più grande al mondo, presentò il design di questo modello come il proprio segnatempo uf ficiale. Il logo alato dell’associazione fu inciso a ore 12: nasceva così il «navigation timer», o Navitimer.
Il Navitimer crebbe insieme al fiorente set tore dell’aviazione civile. Apprezzato dai capitani degli aerei di linea e dagli appassionati di aviazione, andò anche nello spazio al polso dell’astronauta Scot t Carpenter nel 1962 come segnatempo che indicava le 24 ore, per distinguere il giorno dalla notte. E i piloti non erano gli unici ad avere un debole per la sua estetica irresistibile: celebrità dell’epoca, come Miles Davis, Serge Gainsbourg, Jim Clark e Graham Hill, ne erano autentiche estimatrici, a dimostrazione che il Navitimer possedeva stile e funzionalità.


UN’EVOLUZIONE DELLO STILE MODERN-RÉTRO DI BREITLING
Per realizzare il nuovo Navitimer, Breitling ha preser vato gli aspet ti maggiormente riconoscibili dei codici di design di questa icona. Già al primo sguardo, il Navitimer è inconfondibile, con il suo regolo calcolatore circolare, gli indici bâton, i tre contatori cronografici e la lunetta dentellata per una facile presa. Guardando i det tagli, tut tavia, è impossibile non notare la sua raf finatezza moderna.
Il regolo calcolatore appiat tito e il cristallo bombato creano l’illusione di un profilo più compat to, mentre l’alternanza di finiture spazzolate e lucide conferisce agli elementi in metallo una qualità brillante ma discreta. Una silhouette più sottile sulla massa oscillante valorizza il fondocassa a vista sul Calibro di manifattura Breitling 01 cer tificato COSC. Un movimento con garanzia di cinque anni, circa 70 ore di riser va di carica, permet te a chi lo indossa di cambiare in qualsiasi momento la data, visibile at traverso la finestrella a ore 6.
L’orologio è proposto in un’ampia gamma di misure (46, 43 o 41 mm), in due versioni di cassa (acciaio inossidabile oppure oro rosso 18 carati) e diversi tipi di cinturino o bracciale (pelle di coccodrillo semi-lucida o bracciale in metallo a sette file). Le moderne cromie con sfumature di blu, verde e rame definiscono il nuovo quadrante. Ma se c’è una caratteristica che farà sicuramente fare un salto indietro nel tempo, è il ritorno delle ali dell’AOPA nella posizione originaria a ore 12.

About Author

Francesco Russo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.