MILANO – Martedì 13 dicembre tutta Milano ha alzato lo sguardo per decifrare la misteriosa scritta luminosa che campeggiava sul cappello della Torre Velasca. La società di sviluppo immobiliare Hines, nell’ambito dei diversi progetti di rigenerazione urbana a Milano, ha promosso l’iniziativa “A Natale basta il pensiero” e ha scelto il talento Pietro Terzini come firma creativa.

scritta Torre velasca
Torre Velasca e la scritta “WHAT DO YOU REALLY WANT?”

Focalizzandosi sull’importanza del “pensiero” e delle persone, Hines ha realizzato due installazioni, in collaborazione con Pietro Terzini, che catturano inevitabilmente lo sguardo dei cittadini e li inducono a fermarsi e riflettere, coinvolgendo due testimonial di eccezione del portafoglio di investimenti partecipati da Hines: Torre Velasca, il palazzo più alto e simbolo del centro storico di Milano, e l’hub creativo Spiga 26 quest’anno sono il teatro per gli auguri di Natale alla città.

I due landmark milanesi si sono fatti interpreti di una conversazione con i cittadini e i visitatori, accendendo mente e cuore sul significato dello spirito natalizio. All’imbrunire i riflettori sono stati puntati fino a 106 metri di altezza sul cappello di Torre Velasca, mente del progetto e amplificatore della domanda universale: “WHAT DO YOU REALLY WANT?”. La prima risposta è arrivata dallo spazio esperienziale Spiga 26, metafora invece del cuore dell’iniziativa: “THE BEST THINGS ARE NOT THINGS”.

Fino al 28 dicembre, il dialogo immaginato con Pietro Terzini verrà anche esteso a tutti milanesi presso Spiga 26: parte della location ospiterà un’installazione concettualizzata come un originale box regalo “fuori scala” dove cittadini e visitatori potranno immergersi a “pensare” al vero spirito di Natale e alla sua autentica magia.

L’essenza del Natale con la scritta su Torre velesca e Spiga 26

La versatilità e incisività del linguaggio visivo e di comunicazione di Pietro Terzini, così come Torre Velasca e Spiga 26, si sposano perfettamente con l’obiettivo di cogliere l’essenza del senso del Natale e di renderlo accessibile a tutti in chiave contemporanea. Inoltre, la scelta della lingua inglese, tra le caratteristiche del linguaggio espressivo dell’artista, sottolinea la proiezione di Milano tra le destinazioni a più rapida espansione e di forte attrattività su scala internazionale.

“Anche questo Natale, Hines conferma il suo impegno nella promozione di iniziative simboliche e di condivisione incentrate sulle persone, i loro pensieri e le loro diversità, intesi come valori e risorse preziose per la comunità – ha affermato Mario Abbadessa, senior managing director & country head di Hines Italy-. “La nostra mission è infatti di sviluppare progetti immobiliari con l’obiettivo di valorizzare e riqualificare luoghi ed edifici iconici in ottica sostenibile, come i due protagonisti di questa installazione: con Spiga 26 abbiamo, infatti, contribuito alla rinascita di una delle vie più eleganti del quadrilatero e destinazione d’eccellenza della sofisticata clientela italiana e internazionale; entro la fine del 2023 terminerà anche il restauro di Torre Velasca che, dopo aver mostrato la facciata nella sua originaria bellezza lo scorso settembre, si appresta a diventare un nuovo luogo di incontro per la città”.

La scritta luminosa su Torre Velasca è rimasta visibile dalle 17 alle ore 22, mentre lo spazio in Spiga 26 rimane aperto al pubblico dalle ore 11 alle ore 20, in linea con le indicazioni comunali per il risparmio energetico.

About Author

Francesco Russo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *