MILANO – A seguito della recente conclusione dei lavori di riqualificazione dello storico Palazzo Pertusati celebrata simbolicamente con la seconda edizione di “SEMINA- l’Infiorata di via della Spiga”, Spiga 26 – il nuovo hub creativo nell’ambito del quale Hines, player a livello globale attivo nel real estate, ricopre il ruolo di investitore e development manager – si appresta a completare il fronte retail. In autunno verranno ufficialmente svelati al pubblico i nuovi spazi delle boutique di due brand d’eccellenza quali Drumohr e Borsalino, che si aggiungono alle realtà internazionali di Moschino e Sergio Rossi, oltre al nuovo headquarter milanese di Kering.

Tra i prossimi ingressi, incorniciata da tre vetrine su via della Spiga e con affaccio sulla corte interna, sarà la nuova boutique di 315 metri quadrati di Drumohr. Il brand fondato nel 1770 e famoso per la sua pregiata maglieria, si presenta oggi con un total look di alto livello che nel tempo ha conquistato e fidelizzato la più selezionata clientela internazionale. La funzionalità e l’atmosfera sofisticata dello spazio retail consentirà la migliore esposizione delle collezioni uomo e donna, capi dal design raffinato realizzati con pregiati filati e tessuti e con un’attenzione alla sostenibilità ambientale; nella boutique sarà presente anche la prima capsule Home&Living che fa del marchio un proprio e vero lifestyle unico nel suo genere, rigorosamente Made in Italy.

Il nuovo flagship store di Borsalino in Spiga 26

Spiga 26 ospiterà, inoltre, le iconiche collezioni del brand Borsalino, che rappresenta la massima espressione dell’eccellenza italiana nella produzione di cappelli, con un savoir-faire artigianale che si tramanda di generazione in generazione dal 1857.

Parte del fondo Haeres Equita dal 2018, il marchio Borsalino è da sempre associato a grandi personalità del mondo della cultura, del cinema e dell’arte, che indossano i cappelli prodotti ad Alessandria come veri e propri accessori d’elezione.

Con una superfice di circa 70 metri quadrati, la nuova boutique sarà caratterizzata da spazi lineari con un’elevata luminosità, grazie a due vetrine a tutta altezza su via della Spiga, atte a valorizzare le silhouette e gli straordinari dettagli dei cappelli da uomo e da donna, i soft-accessories, la piccola pelletteria e le capsule collection, che il brand realizza stagione dopo stagione.

“A poco più di tre anni dall’investimento e a circa un anno dall’inizio della commercializzazione degli spazi, sono già stati locati circa il 90% degli spazi complessivi dell’hub creativo Spiga 26 e siamo in fase conclusiva su una serie di trattative per i restanti spazi retail” ha affermato Mario Abbadessa, senior managing director & country head di Hines Italy. “Lo spirito visionario del progetto e la volontà di realizzare nuove traiettorie creative enfatizzando aspetti di sostenibilità in un luogo simbolo dell’eleganza, sono stati apprezzati da brand prestigiosi che, oltre ad un heritage straordinario, si contraddistinguono per un’elevata capacità di innovazione esattamente come l’immobile Spiga 26 e via della Spiga stessa nell’immaginario internazionale”. 

Advisor delle operazioni 18 Montenapoleone Retail Consultancy & Brokerage che, in collaborazione con Dils, si stanno occupando della commercializzazione degli spazi retail di Spiga 26.

L’intervento di ristrutturazione

L’intero immobile di via della Spiga 26, in cui Hines ha investito nel 2019 in partnership con PGGM, gestore olandese di fondi pensionistici, attraverso un fondo immobiliare gestito da Savills Investment Management SGR S.p.A., è stato oggetto di un profondo intervento di ristrutturazione sulla base di un progetto curato da Scandurra Studio Architettura e SCE Project e realizzato da LDB in qualità di general contractor, orientato alla valorizzazione dell’asset in termini di sviluppo di spazi interni e ottimizzazione delle destinazioni d’uso, sia lato uffici sia lato retail.

L’edificio si estende su quasi 13.000 metri quadrati sviluppati su diversi livelli con uso misto e una corte interna di 180 metri quadrati. Oltre agli innovativi spazi direzionali di circa 7.000 metri quadrati destinati al nuovo headquarter milanese di Kering, il progetto prevede una superficie retail high-street di 3.000 metri quadrati su tre livelli, dedicata alle nuove boutique di Sergio Rossi, recentemente inaugurata, Moschino che aprirà prossimamente, oltre ai nuovi ingressi di Drumohr e Borsalino.

About Author

redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.