MILANO – Toglietemi tutto, ma non la libertà. È la risposta forte e chiara che emerge dall’Indagine “La Libertà per i millennial italiani” realizzata dall’applicazione dei sondaggi GimmeLike per Kérastase su un campione di 2.000 persone, rappresentativo della popolazione italiana tra i 18 e i 36 anni.

L’Indagine è frutto del nuovo progetto valoriale di Kérastase Freedom is Beauty, dedicato al tema quanto mai urgente e rilevante della libertà: la libertà di accettarsi senza giudizio, di essere indipendenti, di inseguire e realizzare i propri sogni, di trasformare le proprie passioni nel proprio lavoro. Con il progetto Freedom is Beauty Kérastase sostiene Fondazione Pangea che opera in Italia e all’estero nell’ambito dell’empowerment femminile e nell’aiuto alle donne vittime di ogni forma di limitazione alla loro libertà fisica, psicologica o economica.

La libertà è un valore imprescindibile per i giovani

Oltre il 33% dei ragazzi italiani tra i 18 e i 36 anni intervistati, cioè più di uno su tre, ha dichiarato che dovendo scegliere non rinuncerebbe alla libertà, preferenza che diventa ancora più consistente se si considera che supera di diverse misure l’amore (a cui non rinuncerebbe quasi il 28% degli intervistati), i soldi (20%), la bellezza (8,7%), il potere (6,4%) o la fama (3,9%).

Risposte che rivelano un idealismo di fondo di questa generazione, in contrapposizione a valori più materialisti che spesso vengono associati alle scelte e alle preferenze dei più giovani.

Quando ai millennial viene chiesto di riempire di significato il concetto di libertà l’esigenza più urgente e necessaria è quella di potere esprimere e manifestare le proprie idee (per oltre il 21% degli intervistati), seguita dalla libertà di scelta e di accesso alle informazioni, alla cultura e al progresso (16,7%) e dalle libertà etiche quali il divorzio, l’aborto o la maternità assistita (13,3%).

Per le donne italiane tra i 18 e i 36 anni l’istruzione è determinante per affermare la propria libertà e per sentirsi sicure di sé.

Per l’80% dei giovani intervistati l’istruzione è assolutamente o molto determinante per affermare la propria libertà. Questo ruolo chiave dell’istruzione è però molto più sentito dalle donne (80%) che dagli uomini, che invece sono la stragrande maggioranza (75%) di coloro che la ritengono poco o per niente determinante.

Oltre il 25% dei millennial italiani ha subito episodi di violenza che ne hanno limitato la libertà di scelta e di azione.

Più di un millennial su quattro (il 25,9%) ha dichiarato di avere subito episodi di violenza psicologica o fisica, tra questi la stragrande maggioranza, il 73%, è donna. Gli episodi di violenza psicologica sono più frequenti di quelli di violenza fisica (24,2% dei casi rispetto al 16,6% che ha vissuto entrambe e al 4,5% che dichiara una violenza fisica). Nel 30% dei casi la violenza psicologica si è verificata nelle relazioni sentimentali o sul lavoro. Le più colpite dalla prevaricazione e dal dominio psicologico sono le donne (57%).

Il progetto valoriale di Kérastase Freedom is Beauty sarà presentato stasera presso la Villa Necchi di Milano. Madrina dell’evento sarà Paola Turani, brand Ambassador Kérastase, che introdurrà un talk condotto dalla giornalista di Sky TG24 Mariangela Pira.

Nel talk Mariangela Pira raccoglierà le testimonianze di cinque ospiti speciali: la cantante Noemi, che ha trasformato la sua passione per la musica in una carriera di successo; la più giovane chef stellata d’Italia Solaika Marrocco  e l’imprenditrice ed hairstylist Alessia Solidani, che racconteranno la libertà di inseguire i propri sogni e realizzare le loro passioni trasformandole in successo professionale; l’attrice, comica e conduttrice Valeria Graci  che ci racconterà come riappropriarsi del proprio spazio fisico e mentale; l’attivista e Responsabile Comunicazione e Raccolta Fondi presso Fondazione Pangea Onlus Silvia Redigolo che racconterà il significato di libertà per le donne di Pangea ed approfondirà l’impegno della Fondazione attraverso il progetto REAMA, sostenuto quest’anno da Kérastase.

Attraverso REAMA Pangea ha creato una rete di attività di accoglienza, supporto, empowerment e Auto Mutuo Aiuto, per donne italiane e straniere vittime di violenza e di ogni forma di limitazione alla loro libertà fisica, psicologica o economica.

Da oltre cinquant’anni Kérastase mette la propria esperienza al servizio delle donne, con i migliori trattamenti luxury per la cura dei capelli. Da diversi anni la marca si è spinta oltre, con la realizzazione di progetti valoriali a sostegno delle donne su temi rilevanti come l’empowerment, l’autodeterminazione, l’accettazione di sé e della propria unicità.
Il progetto Freedom is Beauty, è dedicato ad una causa molto rilevante soprattutto per i giovani, come i dati dell’Indagine sui millennials ci hanno confermato: quella della libertà. Per rendere ancora più attiva e concreta l’attività di sensibilizzazione intrapresa, Kérastase anche quest’anno ha scelto di supportare Fondazione Pangea, perché crediamo fortemente nel valore della formazione e dell’empowerment per dare a tutte le donne una occasione di ripartenza
”, ha dichiarato Matteo Felicioni, Direttore Marketing Kérastase e Shu Uemura Italia.

About Author

Francesco Russo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.