MILANO – Con l’inizio della stagione estiva, quando cresce il desiderio di essere esteticamente al top, la possibilità di ricorrere last minute a correzioni estetiche medico-professionali è una vera e propria ancora di salvezza per molti.

Particolarmente indicati in questo periodo sono i trattamenti filler in particolare con acido ialuronico, che proprio grazie all’ossidazione e ai radicali liberi generati dall’esposizione solare, vengono meglio assimilati dall’organismo. In quest’ambito, la scelta del prodotto giusto è però fondamentale, al fine di ottenere un risultato ottimale, durevole e sicuro anche immediatamente prima dell’esposizione al sole.

Come i filler utilizzati in Nlift, il protocollo sinergico per il trattamento del terzo medio inferiore del volto, dagli zigomi alla bocca, di Neauvia. Questo programma all-inclusive potenzia e amplifica l’effetto derivante dall’uso di ogni singolo intervento a sé stante: filler, device e cosmeceutici compartecipano al protocollo attraverso un’azione combinata garantendo un effetto prolungato dei risultati di ringiovanimento del viso. Questi tre elementi agiscono infatti su diversi livelli del derma per creare un vero e proprio effetto pro-aging sinergico e rafforzato.

La qualità e la composizione dei filler Neauvia rende questo prodotto particolarmente resistente agli insulti termici. Grazie a questa caratteristica, distintiva rispetto ai competitor sul mercato, i filler Neauvia possono essere, in primo luogo abbinati all’azione degli energy based device, come nel protocollo Nlift, e, di conseguenza, vantano una buona resistenza anche rispetto all’esposizione al Sole. Le alte temperature estive e il Sole non incidono quindi sul risultato del trattamento estetico che può essere tranquillamente svolto anche nei mesi più caldi” , afferma la dottoressa Veronica Manzoni.

I primi giorni immediatamente successivi al trattamento sono delicati, consigliamo quindi di evitare impatti termici come sauna o solarium e in caso di esposizione al sole di utilizzare una crema protettiva. Il plus dei filler Neauvia risiede nel PEG che consente un’alta efficacia della sua azione e l’esposizione al sole non accelera il suo assorbimento, anzi, proprio per la loro robustezza è consigliato l’utilizzo in estate”, conclude il dottor Luca Pagni.

Ma come funziona il protocollo Nlift di Neauvia? Si articola in due diverse sessioni presso lo studio medico di fiducia, intervallate da una settimana e articolate in una serie di step caratterizzati dall’utilizzo di prodotti specifici.

Prima sessione

Nella prima sessione la pelle del viso viene preparata grazie all’utilizzo di due prodotti della linea Advanced Care System di Neauvia, un’innovativa linea di skincare professionale progettata per massimizzare i risultati delle procedure estetiche.

Successivamente, viene iniettato il filler Hydro Deluxe con acido ialuronico puro e lineare dall’azione altamente idratante, dopo il quale segue l’applicazione di un cosmeceutico post trattamento, la Rigen Restore Mask dall’azione lenitiva e tonificante.

Seconda sessione

A distanza di una settimana viene programmata la vera e propria sessione di trattamento Nlift, che si sviluppa in più fasi, a partire dall’applicazione degli stessi cosmeceutici di preparazione del viso per poi procedere con l’iniezione combinata di tre diversi filler Neauvia (Intense, Stimulate e Intense LV) dalle proprietà riempitive e volumizzanti.
Tutti i filler Neauvia, presenti nella seconda sessione del protocollo Nlift, sono caratterizzati dall’utilizzo dell’innovativo SXT PEG, un polimero con azione cross linkante che si integra nei tessuti in maniera ottimale garantendo un elevato profilo di sicurezza. Rispetto ai riempitivi più diffusi sul mercato, i filler SXT PEG Neauvia resistono ottimamente al calore, ampliando così la gamma delle procedure realizzabili nelle cliniche di Medicina Estetica prima o dopo l’applicazione.


Questa caratteristica è molto importante perché fa dei filler Neauvia gli unici prodotti ad essere compatibili con ulteriori trattamenti elettromedicali quali laser, infrarossi, ultrasuoni o radio-frequenza, senza degradarsi né causare effetti collaterali indesiderati, ma anzi, potenziando i risultati grazie all’azione sinergica con i device.
In particolare, il protocollo Nlift prevede, a chiusura del trattamento, l’utilizzo di Zaffiro, un device che impiega la tecnologia ad infrarossi per stimolare la sintesi di collagene e favorire l’assorbimento ideale dei principi attivi dei filler.


L’azione di Zaffiro raggiunge gli strati più profondi della pelle riducendo le rughe più sottili e profonde. I risultati sono confermati da evidenze scientifiche: lo studio clinico in vivo, realizzato dopo 21 giorni dal trattamento sinergico con Zaffiro nel contesto del protocollo Nlift, ha mostrato un aumento di oltre il 60% dei fibroblasti, cellule responsabili della formazione di collagene che migliorando l’elasticità della pelle donando un aspetto più giovane, riducendo le rughe e portando nuova luminosità.

Conclude il programma olistico Nlift l’applicazione della maschera rigenerante e l’utilizzo del pacchetto di cosmeceutici Neauvia per l’home care che promuove il “processo di guarigione” della pelle dopo le procedure estetiche massimizzando i risultati in un tempo più breve.

About Author

Francesco Russo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.