Ispirazione

E’ contemporaneo, con radici profonde e orizzonti internazionali l’uomo che ispira la collezione Boglioli AI ’22-23.
Protagonista del suo tempo, in cui tutto scorre veloce e i confini si assottigliano, per formazione e cultura l’uomo Boglioli è irriverente e metropolitano, libero da imposizioni, disinvolto nel suo modo di vestire, carismatico nel suo modo di agire. Il guardaroba pensato per lui stravolge il concetto classico di eleganza per raccontare un nuovo concetto di Made in Italy, più libero dagli schemi, cosmopolita ed eclettico per vocazione.

La collezione donna, creata in collaborazione con la stylist Viviana Volpicella, interpreta questo concetto di personalità magnetica in una capsule nonchalant, che prende in prestito i codici maschili e li coniuga in capi raffinati e curati nei dettagli, dalla vestibilità spesso over, realizzati negli stessi materiali ricercati dell’armadio di lui.
Pezzi pensati per una donna di carattere, che sa far trasparire la sua femminilità da capi solo apparentemente essenziali, dallo stile impeccabile, con abbinamenti morbidi e audaci e classici rivisitati per enfatizzare uno stile fluido e moderno.

Collezione

La collezione, pensata come un vero e proprio armadio lifestyle, parla di versatilità ed è pensata per assecondare uno stile di vita dinamico e esigente: il classico capospalla si trasfigura creando nuovi capi-concetto, fluidi ed eclettici che vanno ben oltre il concetto di giacca per abbracciare quello di “outerwear”. Capi ibridi e ricercati, sintesi di funzioni d’uso e stili diversi, senza una connotazione definita, che si prestano ad interpretazioni personali in base all’uso o alle necessità: lo stesso capo si presta a diventare camicia, giacca o giaccone in base allo stile di ciascuno.
Una visione che affonda le sue radici nella profonda padronanza del classico sartoriale e si evolve e sintetizza in uno stile essenziale, capace di coniugare materiali innovativi e costruzioni impeccabili, al servizio di uno stile senza imposizioni, di un carattere che si impone sullo stile.

I materiali sono caldi e preziosi e restituiscono valore ai filati in lana. Selezionate materie prime, rigorosamente italiane, dove prevalgono fibre naturali di altissima qualità, accomunate dalla stessa morbidezza.
Il cashmere è il protagonista assoluto del nuovo guardaroba firmato Boglioli, sviluppato in tutte le categorie, dalle giacche alla maglieria alle camicie, sia nella tinta unita che nelle fantasie sofisticate come la resca, il principe di galles e nei punti più ricchi l’hopsack e la tela.
Soft touch è la parola d’ordine: le fibre come il cotone, il cashmere e la lana si caratterizzano per l’estrema leggerezza. Tessuti come lo shetland o le flanelle vengono «garzati» con cardi naturali, in maniera manuale e artigianale per ottenere un feeling tattile morbido e piacevole al contatto con la pelle.
Le lane luxury nel filo 14, iconiche della collezione Boglioli, sviluppate con anni di ricerca, offrono una morbidezza effetto cashmere e vengono utilizzate sia in tinto in filo che in tinto in capo.

La palette colori è delicata, calda e pittorica: morbide sfumature di verdie blu e grigio si accompagnano a brillanti arancioni e ai neutri naturali e al nero.

Outerwear

Caldi e versatili, i capi outerwear Boglioli sono ideali per uno stile urbano. Pezzi classici vengono reinventati con trattamenti innovativi e modellistiche nuove. Capi leggeri e caldi grazie alle imbottiture in selezionati materiali tecnici. Parka, field jacket, trapunte, bomber e husky vengono declinati in vari materiali come shetland, flanella, panni di lana, tutti «water repellent».
Nuovi modelli di cappotti con colli in maglia di derivazione militare, over con manica raglan e poi sahariane, parka lunghi e corti con raclature e gommature che ne sottolineano i dettagli.

Giacche

Le giacche si liberano dagli schemi tradizionali e diventano pezzo chiave del guardaroba, acquistando funzioni d’uso inedite: il blazer è reinterpretato come capo da esterno, mentre la K-jacket in shetland assume un’allure british con rever più ampi, impunture lineari, tasca a toppa, stizzando l’occhio alla giacca da campagna o da caccia. Giacche con colli ‘in piedi’, senza rever, di derivazione militare reinterpretate in chiave moderna in una versione minimale ed elegante.

Sostenibilità e Moda Etica

Four Elements è la capsule che celebra la storia e le origini di Boglioli e dedicata a un atteggiamento più responsabile e consapevole nei confronti del territorio e dell’ambiente.

L’iconica K-Jacket decostruita e tinta in capo in cashmere, da 20 anni protagonista del guardaroba Boglioli, diventa al 100 per cento eco sostenibile: realizzata in cachemire riciclato, ottenuto rigenerando la fibra tramite il riciclo di scarti di produzione e indumenti usati in cashmere. Filati che nascono usando materie prime di indiscutibile qualità, etichettate GRS (Global Reciled Standard), l’organizzazione che promuove lo sviluppo responsabile e sostenibile nel settore tessile e certifica prodotti ottenuti da materiali da riciclo e attività manifatturiere..
La Tintoria Emiliana, azienda dove la tintura in capo viene realizzata, è stata una delle prime tintorie ad aderire all’organizzazione ZDHC di Amsterdam, stabilendo dei nuovi standard per il controllo dei processi di produzione. Un’impresa sostenibile in senso ecologico è assumere scelte in grado di abbassare l’impatto ambientale delle proprie attività produttive contenendo i consumi.

About Author

Francesco Russo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.