VENEZIA – Da sabato 22 ottobre e per tutta la domenica del 23 ottobre, Venice Fashion Week 2022 dà il via ad Atelier Aperti, il progetto organizzato e ideato da Venezia da Vivere con incontri, laboratori e cocktail nelle botteghe artigiane insieme ai talenti che rendono unica Venezia. 

Più di 40 boutique e botteghe di sarti, artisti, orafi, maestri vetrai, tipografi – gli artigiani di Venezia – aprono le porte dei propri spazi di creazione a viaggiatori e veneziani.

Atelier Aperti è un evento nato nel 2017 per fare luce sul savoir-faire dei mestieri d’arte di Venezia, per riconoscere e promuovere il suo inestimabile valore. Eventi in bottega, tour gratuiti e comunicazione digitale sono gli elementi del progetto che negli anni ha coinvolto oltre 200 diversi creativi a Venezia.

Atelier Aperti è partner di Homo Faber: Crafting a more human future, il progetto patrocinato dall’UNESCO di valorizzazione dell’alto artigianato di Michelangelo Foundation for Creativity and Craftsmanship, in partnership con Fondazione Cologni Mestieri d’Arte.

Nell’ultima edizione di Homo Faber Atelier Aperti ha creato A Dress for Venice: una mostra alla Tessitura Luigi Bevilacqua di sei kimono ideati da Tiziano Guardini con le illustrazioni di Luigi Ciuffreda.  Atelier Aperti è un’iniziativa che invita prestare attenzione ai materiali che indossiamo e scegliere moda etica, qualità e prodotti che durano nel tempo. Atelier Aperti riconosce l’importanza dell’artigianato come stile di vita e come approccio allo shopping consapevole, che incentiva l’indotto produttivo, lavorativo e turistico di un territorio. Per questo negli anni Veneziadavivere.com ha anche creato una guida alle botteghe artigiane e alle boutique creative di Venezia.

Il team di Venice Fashion Week programma con Atelier Aperti tour gratuiti alla scoperta della moda e dell’artigianato di Venezia. Sono passeggiate in presenza aperte al pubblico iscritto, e raccontate in diretta attraverso i canali Instagram di @venicefashionweek e @veneziadavivere.

Gli appuntamenti di Atelier Aperti sono sabato 22 e domenica 23 a Venezia

Sabato 22 ottobre alle 10 al Caffè Al Todaro l’architetto Raffaele Dessì ci accompagnerà in un viaggio nella storia della moda ai tempi della Serenissima con alcune curiosità su due grandi donne: la Marchesa Casati e la giornalista di moda e scrittrice Luciana Boccardi che hanno trasformato, in tempi diversi, Piazza San Marco in uno spettacolare salotto della moda internazionale.

La passeggiata continuerà attraverso sartorie, laboratori di moda upcyling, nuove boutique di calzature artigianali, di borse, abbigliamento e design, librerie, gallerie d’arte, stamperie, laboratori orafi, concept store unici e spazi creativi che presentano collezioni di abbigliamento e per la casa.

Il brand di calzature artigianali Mara Bini nasce nel distretto calzaturiero veneto della Riviera del Brenta presenta sabato 23 ottobre alle 16 le ultime collezioni nel nuovo store davanti al Teatro La Fenice. 

Alla galleria Kooch di oggetti d’arte persiani di artisti e designer contemporanei sabato 22 ottobre alle 16 la fashion designer Anahita Matin realizzerà una performance sul tema Donna Vita Libertà, seguita dall’esibizione musicale di Fuad Ahmadvand, musicista iraniano.

Domenica 23 ottobre l’appuntamento del pomeriggio è alle ore 16 al Laboratorio UnisVe per la mostra Venice Photo Lab, partner di Venice Fashion Week, il festival di fotografia a cura di Fabio Cavessago e Associazione Lab77. Cos’è la libertà? è il tema di questa edizione che presenta oltre 60 fotografi e artisti da tutto il mondo, alcuni premiati a livello internazionale tra i quali Paolo Verzone ed Eric Lafforgue

La passeggiata continuerà attraverso mostre e botteghe artigiane. Il concept store Edmond à Venise e la Magazzino Gallery di Palazzo Contarini Polignac presentano fino al 26 ottobre il lavoro di due artiste: Séverina Lartigue e Nadia Syrkova

La conclusione della passeggiata sarà alle 18 all’Ambasciata Seguso in Fondamenta Venier, dove scopriremo alcune collezioni storiche di una delle più antiche famiglie veneziane, vetrai dal 1397. 

Nell’isola di Murano l’artista Cosima Montavoci inaugura il suo nuovo studio di gioielli in vetro a lume con un aperitivo in bottega. 
Nell’isola della Giudecca la Casa dei Tre Oci programma alle 17 di domenica 23 ottobre un percorso guidato della mostra in corso Sabine Weiss La Poesia dell’istante.


About Author

Francesco Russo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *